Il primo ristorante ad "alta gastronomia" in un aeroporto italiano, dedicato a tutti gli amati della buona tavola

Michelangelo, un ristorante gourmand a Linate

  Food and beverage  

Il ristorante, , al secondo piano dello scalo di Milano Linate, inserito nel circuiti del gusto cittadini, è nato da uníidea di MyChef, leader nella ristorazione aeroportuale, e Sea, la società di gestione degli scali milanesi.

I piatti sono firmati da Michelangelo Citino, chef emergente con esperienze importanti con Gualtiero Marchesi, Davide Oldani, Alain Ducasse, Paola Budel.

Lo chef, affiancato dallo chef Andrea Iudica, propone menù frutto di uno studio scrupoloso sulle materie prime, al fine di conservarne colori, profumi e sapori.

Si può scegliere fra i menù degustazione (uno dedicato alla tradizione italiana), il classico menù alla carta (che propone un’ampia scelta di portate fra antipasti, primi, secondi e dolci) e tre menù a "tempo garantito" per chi viaggia.

Il menù time, in particolare, prevede tre proposte: piatto unico della settimana servito in 8 minuti; nostro hamburger pronto in 12 minuti; menù del giorno sul tavolo in 40 minuti. Ben fornita la cantina, in partnership con Pommery, che offre una scelta ampia di etichette di qualità.

La cantina è in bella vista nella sala, come la cucina, separata da una grande vetrata che fa da scenografia alla sala con complementi di arredo creati da firme famose: i tavoli, ciascuno diverso dall’altro, diventano un ulteriore motivo di piacevole attenzione e curiosità.

Lungo una parete sono esposti quadri di artisti italiani, di volta in volta diversi: si comincia con una mostra di quadri del pittore milanese Silvano Castelli, che fonde elementi di arte astratta con altri della pop arte fra simbologie, contrasti tra vecchio e nuovo: un messaggio per gli uomini di successo perché pensino anche "allíanima e non solo al potere".

Il Michelangelo è aperto alla città: per chi arriva da Milano. – ha dichiarato Giulio De Metrio, chief operating officer di Sea - Il parcheggio nell’aerostazione è gratuito.

Il Michelangelo è destinato a diventare un importante punto di riferimento, anche in attesa dell’EXPO 2015.

 Versione stampabile




Torna