In Prima nazionale in Sala La Cavallerizza

Teatro Litta: Gebrek, monologo interrotto in due parti

  Cultura e società  

Gebrek è uno spietato dittatore che domina il mondo in un imprecisato futuro.

Le crudeltà perpetrate nei confronti del Vecchio Mondo, descritte in un linguaggio da Grand Guignol, sono l’espressione nichilista del suo potere vendicativo e beffardo.Ma è un uomo a volere tutto questo o l’immagine di un comics che appare e scompare sovrapponendosi alla sua identità?

A un certo punto, nella parte finale, un coup de théâtre svela in fondo la vera natura della sua condotta, riconducibile a quell’altrettanto crudele ipocrisia del Vecchio Mondo di cui egli è stato involontario testimone e vittima, e dove il fumetto è in fondo il suo alter ego grottesco.

Ecco però a questo punto profilarsi un nuovo inquietante interrogativo, in cui permane il dubbio se il terrore e le aberrazioni della sua dittatura sono solo il frutto di una follia generata dalla frustrazione di un singolo o in fondo la logica conseguenza di un’umanità spenta che non sa più amare. Agli epigoni una possibile risposta.

Associazione puntoelineaNasce nel 2007 con l’intento di promuovere un’attività culturale a vasto raggio, comprendenti sia le attività editoriali, sia la produzione di spettacoli teatrali, performativi, di cabaret e la produzione di video. L’elemento di partenza è la testata eponima Punto e Linea Magazine, settimanale di arte e cultura, particolarmente attento alla critica teatrale.

L’associazione ha prodotto o co-prodotto con altri partner alcuni spettacoli teatrali e di cabaret, questi soprattutto d’ispirazione futurista e dada.

Tra i primi Phenomena - Jazz in the Cities (2008) di Alex Miozzi con regia e interpretazione di Claudio Elli e di cabaret Storia di dadamore e un forse … (2007), No story (2008), Storia di dadamore e un forse … e oltre (2008), Street (2008) con testo e regia di Claudio Elli. L’ultimo spettacolo Christmas Carmina è dedicato invece a un percorso sul sacro con testi di Paolo di Tarso, San Giovanni della Croce e Francesco d’Assisi, e inserimenti musicali di Haendel e Bach eseguite dall’Ensemble “Dulcis Harmonia” (2009).

Claudio ElliNato a Milano nel 1962, ha pubblicato diversi libri di poesia e prosa, tra i quali la silloge Acqueforti (Rebellato Editore, Venezia, 1986), Poesia (OTMA Edizioni, Milano, 1997), La dea di padùk e altri racconti (Firenze Libri 2001), l’opera poetica Gwenhwyfar (2003) e Il volto sopra la maschera con postfazione (2005). Ottiene diversi riconoscimenti tra i quali il primo premio al Concorso internazionale Città di Milano del 1990 con la poesia Caorso 2000 e il primo premio come Migliore Artista Assoluto alla XVI Edizione del Concorso internazionale Carrara-Halstahammar del 1999.

Attraverso performances in locali e teatri, le sue liriche e prose si fondono con le note di musica jazz, blues, classica e indiana. Tra queste ricordiamo La congiura di Babeuf, Le mani di Jeanne-Marie, Aree dimesse, Il giglio e il Sole e Multa per transito inopportuno. Del 2004 è invece Sophia, alchimia multisensoriale di poesia, danza e video e musica dal vivo scritta dal compositore Massimo Carrieri, con testo pubblicato da Bevivino Editore e ripresa filmata realizzata da McDiva.

Impegnato a teatro come attore, cabarettista e scrittore di testi, ha recitato al Teatro Ariberto di Milano e presso il teatro PiM Spazio Scenico di Milano. Nel 2008 ha diretto e interpretato Phenomena Jazz in the Cities di Alex Miozzi, ed è stato ideatore e regista di Project 2 - Non conta ciò che vede l’uomo. Tra i cortometraggi ha partecipato a I dèmoni (tratto dal racconto omonimo di F. Dostoievskij) con la regia di Alessandro Perrone per Tutor ed al mediometraggio Andriolo per McDiva. Giornalista pubblicista, è presidente dell’associazione puntoelinea e nel mese di dicembre 2005 ha fondato la testata online Punto e Linea Magazine, settimanale di cultura e spettacolo che tuttora coordina.

Dalle note di regia“Gebrek è in fondo l’urlo che accompagna una società alla deriva, una bestemmia che diviene la rabbia vivente nei confronti di un mondo che non sa più riconoscere i propri valori, come l’autenticità di un pensiero, ma è ormai solo il frutto di un’apparenza che proprio dalla distorsione del passato e di pretestuose consuetudini trae la sua linfa degenerativa. L’azione comica che corrisponde al personaggio interpretato da Riccardo Magherini, in interazione con una seconda enigmatica presenza, è la cornice in cui lo sproloquio e il delirio possono incontrare e dialogare con il comics di Alex Miozzi, i video di Francesca Lolli, un lighting design appositamente studiato da Marco Meola.

Il tutto contribuisce a comporre una drammaturgia dove la follia corre sui contorni grafici di un mètacomics, ovvero la trasposizione scenica dell’immagine da raffigurazione all’interno di una sceneggiatura a interpretazione dal vivo e, quindi, “al confine” tra il segno di una riproduzione e l’azione che esula dalla rappresentazione stessa.

Per la prima volta in scena, in concomitanza con l’uscita dell’omonimo libro a fumetti, lo spettacolo vuole focalizzare quale punto di osservazione il bivio tra ciò che è effettivamente vaneggiamento e ciò che invece corrisponde a una traduzione crudele del presente, dove l’annichilimento e la violenza sono la trasfigurazione futura di ciò che è già in nuce oggi come nel passato.

Un monito senza trasporti morali, ma solo una riflessione aperta sui destini di un’umanità che può ancora risvegliare una coscienza, nella consapevolezza di un proprio ruolo dimenticato.” Claudio ElliSala La Cavallerizza - Repliche: da martedì a sabato ore 21:00 - domenica ore 17:00 - lunedì riposo - Durata: 60’ - Biglietti: intero €14, ridotto €10 - Abbonamento: LunaticaABBONAMENTO LUNATICACarta non nominale, libera, a scalare, valida per tutti gli spettacoli in cartellone della stagione serale (escluse recite straordinarie, festa di Capodanno, festival, teatro ragazzi, rassegne e linea Apache).Convenzioni - www.teatrolitta.itBIGLIETTERIAC.so Magenta 24, Milanoda lunedì/sabato dalle 18.00/20.00 02.86.45.45.45- informazioni e prenotazioni telefonicheda lunedì a sabato dalle 14.30 alle 19.30- prenotazione mailpromozione@teatrolitta.it- prevendita online biglietti e abbonamenti sono acquistabili sul sito e nei punti vendita Vivaticket

 Versione stampabile




Torna