Dopo il successo del 2013, l’artista poliedrica Vesna Pavan torna al Carrousel du Louvre

Vesna Pavan torna al Carrousel du Louvre

  Cultura e società  

Vesna Pavan esporrà alcune opere appartenenti al ciclo SKIN, in occasione della 14° edizione della mostra Art-Shopping presso il Carrousel du Louvre, a Parigi dal 12 al 14 giugno 2015.. La giovane artista friulana era già stata protagonista, riscuotendo un grande successo, della 12° edizione dell'evento nell'anno 2013.

I lavori SKIN sono il risultato dell'energia creativa, vero motore dell'opera. E' colore colato, smaterializzato da qualsiasi supporto, cristallizzato in un attimo preciso del suo tempo di essiccazione. Nessun quadro è uguale ad un altro; come ogni donna: ciascuna è unica con la propria storia, i propri pensieri e le proprie emozioni.

Il Carrousel du Louvre è un elegante centro commerciale, situato tra l'Arco di Trionfo e il Museo del Louvre, e comprende un ampio spazio espositivo dove si svolgono importanti mostre di arte e fotografia.

Art-Shopping è la fiera dell'arte “accessibile” con prezzi che non superano i 5000 euro. Scultura, fotografia, design, decorazione ed arte digitale sono alcune delle discipline rappresentate all'interno della grande esposizione, che presenta le nuove tendenze dell'arte contemporanea, selezionando i migliori talenti provenienti da tutto il mondo.

La Pavan è un'artista impegnata anche nel sociale e sta portando avanti, dal 14 Febbraio 2015, Red&Fucsia, un progetto benefico di sensibilizzazione sul tema della violenza sulle donne. L'iniziativa è frutto di una collaborazione con il Rotary Club di Pavia. 125 opere create appositamente dall'artista verranno vendute all'asta nelle sedi Rotary di 24 paesi, dall'Italia all'India, e il ricavato verrà interamente devoluto ad ASFI (Acid Survivors Foundation India) e ASTI (Acid Survivors Trust International), associazioni che assistono quotidianamente le donne vittime di violenza da acido.

Info, produzione artistica di Vesna: www.vprojects.eu - www.vesnapavan.com - www.skinart.info.

 Versione stampabile




Torna