Un nuovo hub culturale nuovo Opificio Vaccari per le Arti

Santo Stefano di Magra (La Spezia): seconda edizione di Nova Cantieri Creativi

  Cultura e società  

Dopo il successo della prima edizione tenutasi nel marzo 2014, si è svolta la seconda edizione di NOVA cantieri creativi 2015, che, con due giornate evento - 15 e 16 maggio 2015 - ha animato gli spazi della ex Fabbrica Ceramica Vaccari di Santo Stefano di Magra (SP) attraverso un fitto programma di narrazioni, tavole rotonde, workshop, mostre e momenti di intrattenimento.

Al centro di questa seconda edizione vi è il processo di cambiamento che gli spazi produttivi della Ex Ceramica Vaccari hanno attraversato e vissuto dopo la sua chiusura (2006) fino ad oggi, momento in cui la Ex Fabbrica rivive quale nuovo spazio votato alla cultura e si presenta come un grande laboratorio d’idee e di attività, volto alla sperimentazione, alla ricerca, allo sviluppo, alla produzione e all’esplorazione di nuovi linguaggi, conoscenze e tecniche innovative.

Un progetto, quello di NOVA, che è anche un nuovo modo di fare cultura, creando una rinnovata sinergia tra istituzioni, associazioni e cittadini, per riprogrammare uno spazio di oltre 180.000 mq, una vera e propria città, “nascosta” nel tessuto urbano esistente.

Tutto nasce dall’area industriale della Ceramica Vaccari che all’inizio del XX secolo divenne tanto importante da modificare la stessa conformazione urbanistica del comune ligure di Santo Stefano di Magra, trasformando una zona di campagna in un “villaggio industriale”. L’opificio era considerato la fucina dell'arte futurista e allo stesso tempo un presidio industriale che dava lavoro a migliaia di persone e che esportava in tutto il mondo. All'inizio degli anni '70, l'affermarsi del distretto lapideo emiliano, portò a un forte e progressivo ridimensionamento della fabbrica. Iniziò così il suo declino che si concluse nella primavera del 2006, quando la fabbrica venne chiusa.

In questi ultimi anni il Comune di Santo Stefano di Magra si è fatto promotore di un percorso di riconversione dell’area che nel 2014 ha portato all’ideazione di NOVA, Nuovo Opificio Vaccari per le Arti, un progetto che mira a riqualificare l’intera area anche creando un nuovo polo dell’economia culturale.

Uno degli appuntamenti più attesi della due giorni è stato l’inaugurazione dell’edificio noto come Ex Calibratura, acquistato dal Comune, grazie a un finanziamento regionale, e ristrutturato in soli dodici mesi, che accoglierà l’Archivio Vaccari, reso fruibile mediante un percorso espositivo attraverso il quale, anche con l’uso di postazioni video, sarà possibile conoscere e approfondire la storia della Fabbrica, e l’Auditorium - una sala polifunzionale di 700 mq dotata delle maggiori innovazioni tecniche, che potrà accogliere attività di vario genere, da conferenze a mostre, fino a spettacoli pubblici.

Realizzato tra il 1927 e il 1932, l’edificio dell’Ex Calibratura è sicuramente tra quelli di maggiore pregio compresi nell’area Vaccari in termini di architettura industriale, anche per la presenza in facciata di mosaici di ceramica, testimonianza di una produzione che rese famosa oltre i confini comunali la produzione della stessa, operata dalla Fabbrica di Ponzano Magra.

Info: Comune di Santo Stefano di Magra - Piazza Matteotti, 19037, Santo Stefano di Magra (SP) - info@comune.santostefanodimagra.sp.it.

 Versione stampabile




Torna