La produzione è di Manifatture Teatrali Milanesi

Milano, Teatro Leonardo: ENRICO IV, in prima nazionale dal 13 al 18 ottobre

  Cultura e società  

Lo spettacolo di fine corso del IV anno della Scuola di Teatro Quelli di Grock inaugura la stagione teatrale COSTELLAZIONE 15-16 di Manifatture Teatrali Milanesi: i sei attori neodiplomati nell’anno accademico 14/15 porteranno in scena l’Enrico IV di Luigi Pirandello, guidati dalla regia dello storico duo formato da Susanna Baccari e Claudio Orlandini. Il laboratorio rappresenta la conclusione del percorso artistico, formativo e professionalizzante della Scuola Quelli di Grock, un traguardo importante per gli studenti/attori e un’opportunità di scambio continuo tra la storica Compagnia e le nuove generazioni.

Enrico IV di Luigi Pirandello - regia Susanna Baccari, Claudio Orlandini - con Alessio Contini, Federica Cottini, Andrea Ettore Di Giovanni, Ilaria Ferro, Giuseppe Manno, Luca Valenti - scene e costumi Maria Chiara Vitali - scelte musicali Gipo Gurrado

A 93 anni dalla sua prima rappresentazione, avvenuta a Milano nel 1922, l’Enrico IV è ad oggi considerato uno dei capolavori di Luigi Pirandello. Pazzia, finzione, verità sono alcuni dei temi trattati nel dramma, testo di grandissima attualità con cui generazioni di attori continuano a confrontarsi: ma chi è Enrico IV? Certamente un folle, un giovane impazzito che ha perso la testa cadendo da cavallo e crede ora di essere un re. Ma Enrico IV è anche un povero disgraziato, a cui è stata rubata la giovinezza, l’amore, la vita stessa. Un bugiardo che finge di essere qualcun altro, un uomo solo che vive di e in un mondo di finzione. Certamente un vile, paralizzato dalla paura stessa di affrontare la realtà che gli è attorno, tramutata nel corso degli anni. Ma Enrico è anche un eroe tragico, abbandonato alle sue fantasie, cui è stata negata ogni possibilità di redenzione.

Chi sia realmente l’uomo dietro il personaggio di Enrico IV non è dato sapere, certo è che questo Re solo sconvolgerà tutte le nostre logiche, mostrandoci come le certezze possano essere anche loro effimere.

Enrico IV: Perché guai, guai se non vi tenete forte a ciò che vi par vero oggi, a ciò che vi parrà vero domani, anche se sia l'opposto di ciò che vi pareva vero ieri!

Enrico non è impazzito per aver perduto la donna, ma per non dover affrontare il rischio di conquistarla e averla”. Il terrore della donna è solo un altro modo di leggere il suo rifiuto di crescere, di accettare la dimensione del tempo, il ciclo eterno della nascita e della morte. - dalle note di regia - Nel suo spazio di emarginato, nella sua auto segregazione, nei suoi rapporti decennali e consolidati con la piccola comunità dei vassalli, comunque subalterni, sottoposti e conosciuti, Enrico ha trovato un territorio delimitato ma sicuro, angusto ma protettivo, caldo e consolante come un ventre materno. Il ponte levatoio si alzerà per sempre a ripristinare la funzione di separazione del fossato e delle acque circostanti dal resto del mondo.

Susanna Baccari, regista, coreografa e attrice classe 1964, si diploma alla Scuola di mimo “L’Augusto e il Direttore” nel 1982; successivamente studia danza contemporanea con Christine Perrot e Teri Weikel e approfondisce la formazione con artisti di fama internazionale e nazionale. Dal 1989 è socio e membro della Direzione Artistica della Compagnia Teatrale Quelli di Grock, dove insegna teatro/danza. È regista e coregista di A Parole (2014), Il Giardino (2013), Piccolo piccolo (2011), Amleto (2011), La Regina della Neve (2010), Mappamondi (2007), Ubu Re (2006), Aspettando Godot (2004), Moby, viaggio a balene (2002), Data di nascita (1996). È attrice dal 1989 al 2000 negli spettacoli storici della Compagnia Teatrale Quelli di Grock.

Claudio Orlandini, direttore artistico dell’Associazione Culturale Comteatro, ha lavorato per oltre dieci anni presso il Teatro della Tosse di Genova in qualità di attore, per poi dedicarsi dal 1982 alla regia. Da oltre vent’anni firma importanti regie esplorando generi ed autori diversi per produzioni che sono poi state allestite in teatri milanesi e nazionali. Dal 1985 si occupa, tra le altre attività, di formazione teatrale sia presso la “Scuola Comteatro” che presso la “Scuola Teatrale Quelli di Grock” di Milano in cui è docente, regista del laboratorio permanente e collaboratore della direzione artistica; collabora infine, sempre in qualità di docente, a seminari internazionali di settore.

Info: Teatro Leonardo - da martedì a venerdì ore 20.30, domenica 16.00, lunedì riposo -1 ora e 40 min - biglietto: intero 21€, ridotto 11/15€, abbonamenti: MTM - www.mtmteatro.it - www.vivaticket.it

 Versione stampabile




Torna