Le radici e le applicazioni del Bendessere nel quarto volume del progetto realizzato in collaborazione con Solgar Italia Multinutrient S.p.A. presentato in anteprima nazionale alla stampa

“Essere e destino” il nuovo volume del prof. Vittorino Andreoli lancia una sfida alla sofferenza

  Cultura e società  

La circolarità tra mente, corpo e relazioni sociali, come tre dimensioni fondamentali ad ogni età della vita umana è il topos culturale alla base del concetto di Bendessere e della Nuova Disciplina del Bendessere.

Si tratta di due costrutti culturali ed editoriali nati dalla collaborazione di eccellenza tra Solgar Italia, azienda leader nel campo dell’integrazione nutrizionale, ed il prof. Vittorino Andreoli noto psichiatra e scrittore di fama internazionale. “Essere e Destino” è il titolo del nuovo lavoro editoriale a firma del prof. Vittorino Andreoli, come quarto volume del progetto culturale ed editoriale “Bendessere”.

In “Essere e Destino” il prof. Vittorino Andreoli approfondisce le radici e le applicazioni del Bendessere: qualsiasi esistenza, indipendentemente dall’età e dalla condizioni in cui si trova, può essere migliorata a favore della promozione del bene, e di un’esistenza serena e gratificante, anche nei limiti che essa può presentare.

Credo che la storia dell’uomo ruoti intorno al destino ed alle possibilità di ribellarsi ad esso, di dire no ad un tracciato che appare segnato in modo indelebile: è questa la sfida alla sofferenza cronica riassunta nel nuovo volume del prof Andreoli.

Occupandosi della promozione del bene, la disciplina del Bendessere fornisce gli strumenti per affrontare il dolore in tutte quelle condizioni che non sono oggetto di terapia.

Il Bendessere toglie forza al destino e permette di vincere la sofferenza cronica. Il Bendessere è una vera e propria forma di rivolta al dolore ed alla sofferenza.

Se l’uomo è una realtà capace di modificarsi il volume insegna come poter migliorare la propria vita. “Essere e destino” è un lavoro editoriale che segue gli altri volumi appartenenti al progetto “Bendessere”: “La nuova disciplina del bendessere”, che sancisce la filosofia della nuova cultura del prof. Vittorino Andreoli, “Bendessere e Natura” della dott.ssa Giada Caudullo (nella foto), Vicepresidente Solgar e Direttore didattico scientifico e iniziative culturali, psicologa e allieva del professor Andreoli, manuale pratico sulla promozione del bendessere attraverso gli strumenti provenienti dalla Nutraceutica e “Le forme della bellezza” del prof. Vittorino Andreoli, trattato artistico sulla bellezza che viene da dentro, presentato al Masterclass celebrativo del 25° anniversario della fondazione di Solgar Italia

Il Professor Vittorino Andreoli, unendo il rigore scientifico alla pluriesperienza clinica, si distingue in ambito nazionale ed internazionale per un’eccezionale capacità divulgativa sulla complessa sfera del soggetto umano. Membro della “New York Academy of Science”, specialista in psichiatria e neurologia, spazia nella propria carriera dalla biochimica fino allo studio e all’analisi approfondita dei sentimenti, per esempio della felicità, che la stessa Accademia delle Scienze Statunitense definisce come preludio di una condizione di “bene”, che tuttavia nella mente resta una reazione acuta positiva ad uno stimolo, ad un premio; la gioia, invece, si lega meglio al vissuto di ben d’ essere e quindi “Bendessere™”, poiché è un sentimento più continuativo, più collettivo, che abbraccia più il “Noi”, più che soltanto l’“Io”, nella sua individualità introspettiva.

Il Bendessere in ogni fascia d’età dell’essere umano è la risultante dell’equilibro “in e tra” mente, corpo e relazioni sociali, a partire dalla gestante, attraverso l’infanzia, l’età adulta fino a quella della saggezza.

 Versione stampabile




Torna