Friuli: la Coppa del Mondo di parapendio

23/06/2018

Da domani, domenica 24, fino a sabato 30 giugno, in Friuli, va in scena la Coppa del Mondo di volo in parapendio.

Anche quest’anno il teatro della manifestazione sarà Gemona, scelta, ancora una volta, perché è un posto che offre possibilità di volo alpino e di pianura insieme.

L’organizzazione della tappa italiana della PWC (Paragliding World Cup), il circuito a tappe, che, da dodici anni ed in altrettante edizioni, fa il giro del mondo, è affidata all’associazione locale Volo Libero Friuli. Il centro operativo sarà l’Hotel Willy di Gemona.

Il decollo dei piloti avverrà dal Monte Cuarnan, mentre l’atterraggio ufficiale sarà nella splendida area verde di Bordano, minuscolo paese diviso da Gemona dal fiume Tagliamento. Tra decollo ed atterraggio il direttore di gara Luigi Seravalli assegnerà percorsi che, in caso di meteo favorevole, potranno toccare pure i 100 km. Se il tempo volgerà al meglio, è previsto un volo al giorno per definire la classifica finale che prevede la somma dei punteggi di tutti i voli.

È ammesso un numero massimo di 125 piloti, molti provenienti dall’estero. Difficile elaborare un pronostico per l’alto il livello dei concorrenti, a partire dai vincitori della PWC negli ultimi anni, come il pilota di Merano Aaron Durogati che l’ha vinta per ben due volte, il francese Charles Cazaux e lo svizzero Stefan Wyss. Nello stesso periodo altri 16 piloti hanno vinto almeno una tappa e daranno battaglia. Eccezionale anche il livello in campo rosa con volatrici come la milanese Silvia Buzzi Ferraris riconfermata di recente campionessa d’Italia insieme all’immancabile Durogati.

Nel 2018 sono già state disputate le seguenti gare della PWC: Bright (Australia) e Baixo Guandu (Brasile). Dopo Gemona del Friuli seguiranno gli appuntamenti di Sopot (Bulgaria) e Aksaray (Turchia).

Info: www.fivl.it